Una nuova avventura: i miei corsi coi bimbi all’insegna della creatività

Una nuova avventura: i miei corsi coi bimbi all’insegna della creatività

Adoro da sempre lavorare coi bambini e stimolare la loro creatività.

Nell’era della tecnologia ad ogni costo, mi sono resa conto che molto spesso i bambini non si avvicinano facilmente a carta e colori e, spesso, non hanno nemmeno il tempo per giocare tra loro.  Noi mamme siamo sempre di corsa e al di là dei soliti corsi di ginnastica e musica, non è sempre facile trovare corsi creativi e d’arte, a misura di bambino.

Proprio da questa mia riflessione è nata “UN’ESPERIENZA CREATIVA PER BAMBINI“, ovvero un laboratorio artistico specifico per bambini dai 5 ai 10 anni, che si svolge ogni sabato, nel mio “Scrigno delle Idee” a Gera Lario.

Il laboratorio dura circa 2 ore e mezza e ogni volta l’obiettivo è quello di stimolare i piccoli partecipanti nella realizzazione di una piccola opera, (che poi potranno portare a casa con sé), sperimentando tecniche, materiali e colori sempre diversi.

 

Ecco a voi, un esempio di ciò che abbiamo fatto in una delle recenti lezioni:

basi gufettoIl progetto da realizzare in quest’occasione era su un supporto/tavoletta di legno.

Ogni bambino aveva a disposizione, pronti da utilizzare i seguenti disegni: un gufo, un ramo e delle foglie.

 

 

 

 

schemi gufetti 1Ogni partecipante ha steso una base bianca protettiva per il legno sul proprio pannello (fronte/retro).

Una volta asciutto, ognuno ha poi deciso come predisporre la composizione dei vari elementi (gufo, etc…).

 

 

 

 

tavolo da lavorogufetti arancioSi è poi deciso di dare un fondo uniforme di colore rosso al pannello e successivamente

i bimbi hanno colorato di giallo il gufo,di marrone il ramo e di verde le foglie.

Nell’ultima fase di lavorazione, ci si è soffermati:

sul dettaglio degli occhi (disegnando in sequenza un tondo bianco, un pallino nero e poi un cerchio blu)

sul dettaglio del naso, creato con un triangolo di color arancio e sulle ali, sempre di color arancione.

 

Ogni bambino ha infine personalizzato la propria opera con dei piccoli abbellimenti di colore oro (a pennello) e di colore bianco (con un tampone di spugna).

collage

 

 

 

Uova colorate ed è subito Pasqua :)

Uova colorate ed è subito Pasqua :)

Sono iniziate le vacanze pasquali e oggi, dopo aver fatto i compiti, io e Carolina  abbiamo deciso di dare sfogo alla nostra creatività, preparando e colorando le uova che utilizzeremo come decorazione sulla nostra tavola, il giorno di Pasqua.

Amo molto giocare e creare con la mia bambina… lei è sempre entusiasta e aperta ad ogni esperienza artistica.

L'artista

Prima di raccontarvi però come abbiamo colorato le uova, vorrei sottolineare quanto sia importante avvicinare i bambini all’arte.

È infatti ormai risaputo che l’attività artistica:

  • stimola i bambini al pensiero creativo e contribuisce positivamente al loro processo di sviluppo
  • stimola l’utilizzo delle informazioni visive, le capacità di interpretazione e il senso critico
  • stimola la perseveranza, fissando obiettivi e portandoli a termine
  • aumenta le capacità motorie, attraverso l’utilizzo di semplici strumenti, quali pennelli, pastelli, etc…

Questi sono solo alcuni dei vantaggi che riscontro durante i corsi che faccio coi bambini; incontri che permettono ai “piccoli artisti” di lavorare in gruppo, imparando che il loro contributo è fondamentale, per raggiungere un obiettivo comune; un concetto davvero importante, in una società sempre più individualistica e competitiva come la nostra.

…ed ora torniamo al lavoretto pasquale…

per farlo ho scelto di utilizzare dei semplici colori alimentari, atossici e facili da trovare anche al supermercato.

Mentre preparavamo la “postazione di lavoro” con un foglio di plastica (a copertura del tavolo) e tutto l’occorrente per la colorazione, ho fatto bollire le uova per qualche minuto e poi fatte raffreddare sotto l’acqua fredda del rubinetto.

Colors

In vasetti per le conserve, ho diluito i colori con acqua e un pochino di aceto (per renderli più brillanti) poi abbiamo immerso un uovo alla volta nel colore prescelto, togliendolo solo una volta ottenuta  la tonalità desiderata (= pochi minuti per una colorazione tenue e trasparente; circa 20 o più minuti per un colore intenso e brillante).

Il procedimento è davvero molto semplice e quindi anche molto facile e divertente da fare con uno o più bambini.
Uova di Pasqua

Una volta fatte asciugare le uova, potete decidere se decorarle ulteriormente (con tempere e pennelli) oppure, seguire il nostro esempio e posizionarle in un cesto a forma di simpatico coniglio 😉, per decorare la tavola.

Cesto coniglio

Per completare la decorazione con allegria e vivacità in cucina, abbiamo infine posizionato i vasi delle conserve con i colori (chiusi coi loro tappi) su una delle mensole … Adesso non ci resta che pensare al menù :))

Buona Pasqua a tutti voi 🐣

 

 

La casa di Sara

La casa di Sara

Forse molti di voi non sanno che, tra un quadro e un corso d’arte, mi occupo, quasi quotidianamente, di progettazione e interior design, affiancando mio marito Luca nella nostra attività famigliare (http://www.artedavivere.com).

Io studio la parte estetica e la scelta dei colori, per rendere eleganti ed armoniosi gli ambienti che poi Luca realizza con maestria e precisione, come solo un grande falegname sa fare.

Il nostro obiettivo è quello di dar vita ad ambienti unici e speciali, realizzati su misura per chi li deve “vivere”.

Per far questo, partendo sempre dalle esigenze del cliente, in fase di progettazione, pongo particolare attenzione alla scelta di materiali, forme, luci e colori, mixandoli a soluzioni pratiche e funzionali che delego a Luca, … l’esperto delle realizzazioni impossibili :))

Uno degli ultimi progetti che abbiamo realizzato e che ben rappresenta il nostro modo di lavorare è la Casa di Sara.

 

legnoIL CANTIERE, LA PROGETTAZIONE E I MATERIALI

Dopo aver conosciuto i proprietari di casa e aver fatto un sopralluogo sul cantiere per valutare al meglio gli spazi e la luce naturale, ci siamo incontrati più volte nel nostro ” scrigno delle idee” (il nostro studio), per visionare e definire materiali e finiture.

Sin dal primo incontro, è stato subito chiaro che era di fondamentale importanza usare materiali che rispecchiassero la filosofia di vita dei proprietari di casa (due persone molto attente al benessere e al rispetto della natura), per rendere il loro “nido” sano, caldo ed accogliente.

 

pando on the jobIo e Luca abbiamo quindi deciso di utilizzare (nella zona living, in cucina e in camera da letto) il legno di cirmolo.

Pur essendo un tipo di legno nodoso e all’apparenza rustico, abbiamo cercato di renderlo moderno con il tipo di posa, sia sulle pareti che sul pavimento, abbinandolo a forme lineari ed essenziali.pav.2

 

 

…suggerisco la lettura di questo interessante articolo per scoprire le caratteristiche e proprietà di questo nobile materiale  http://www.aboutplants.eu/portal/cms/content-botanica/1475-legno-di-cirmolo-il-materiale-che-fa-bene-a-cuore-e-psiche.html

 

 

(N.B: posa a correre sul pavimento, in tre larghezze e lunghezze diverse e finitura con olio di Cirmolo per ottimizzare gli effetti benefici di questa essenza e proteggerla dall’usura).pareti cirmolo

 

 

cuore 1cuore 2

IL CUORE DELLA CASA

Sara adora i cuori e desiderava che qualcosa nella casa potesse “evidenziare” questo suo amore… è nata così l’idea di realizzare una parete molto speciale, tutta in legno, con un cuore in bassorilievo da usare come originale “cornice” per appendere le foto e i ricordi più belli di tutta una vita.

Siamo quindi andati sul cantiere e, dopo aver pianificato sul progetto misure e dettagli, lo abbiamo disegnato sulla parete grezza.

Il risultato finale è strepitoso e la proprietaria di casa molto soddisfatta 🙂

 

lato cucinaLA CUCINA

 

cucina basicPer questo ambiente abbiamo pensato ad uno sviluppo lineare attorno a una finestra, inserendo una colonna frigo, lavello, lavastoviglie ed una colonna dispensa.

 

 

Di fronte abbiamo messo un’isola con inserito il piano cottura e una moderna mensola snack in legno massello di noce.snack.legno

Il tutto sovrastato da una cappa (che sembra fluttuare nell’aria, grazie a piccoli cavi in acciaio) inserita in una struttura in legno listellare di frassino olivato, completata con led a scomparsa.

dettaglio2

 

Abbiamo poi abbinato ante in polimerico, finitura larice bianco, ad ante in frassino olivato impiallacciato, su un supporto di abete listellare.

 

 

detail 1

 

Per non interrompere la linearità e la freschezza della composizione, non abbiamo inserito elementi a vista (come le maniglie) ma preferito la gola passante, per le ante e i cassetti della parete centrale e per l’isola.

Il tutto è poi stato trattato con una finitura all’acqua, in modo da avere un risultato completamente atossico.

 

 

 

 

Lavorare a questo progetto è stato molto stimolante per noi, così come vedere la soddisfazione sul viso dei nostri clienti a lavori ultimati

…del resto le sfide non ci spaventano anzi ci stimolano a far sempre meglio!

 

 

 

 

 

ANCHE QUESTA SONO IO, AMO GIOCARE CON LE DECORAZIONI

ANCHE QUESTA SONO IO, AMO GIOCARE CON LE DECORAZIONI

Da sempre le mie giornate sono scandite dalla creatività. Non solo per il lavoro che faccio, ma anche perché amo decorare la tavola e la casa . Vorrei svelarvi qualcuno dei miei trucchi, e mostrarvi che si possono ottenere risultati meravigliosi senza spendere un capitale, utilizzando la fantasia e pochi materiali. Di seguito vi darò qualche dritta per come apparecchiare la tavola in modo originale, con materiale che potete reperire senza problema, in giardino, nel cestino della frutta e nella borsa delle decorazioni. Io lo faccio sempre perché mi diverte tantissimo vestire a festa la mia casa. Compleanni, anniversari, Natale, Capodanno,ogni occasione diventa ancor più speciale con una decorazione, un abbellimento o un fiore.

MELOGRANO
NASTRI ECUORI IN LEGNO

 

 

 

 

 

 

 

 

Per prima cosa metto tutto ciò che vorrei utilizzare sul tavolo, poi, comincio a fare delle prove e ad assemblare i diversi oggetti. Avorio, verde e rosso, questi saranno i colori che utilizzerò oggi.

Innanzitutto mi occupo del segnaposto, ogni ospite é speciale ed é per questo che parto dal posto a sedere.
Piego il tovagliolo a modi ventaglio e lo chiudo con un nastro in raso avorio. Aggiungo delle foglie di edera che ho raccolto nel mio giardino e per finire sistemo un cuore o un fiore in legno bianco.

 

SEGNAPOSTO

 

 

Ora mi occupo del centrotavola. Posiziono i rami di edera in centro al tavolo, aggiungo un nastro rosso che, in modo asimmetrico, avvolge i rami qua e là. Completo poi la composizione sistemando i frutti di melograno (che a fine pranzo potranno essere mangiati, io ne sono ghiotta), le mele disidratate, i cuori in legno ed infine delle lavagnette su cui Carolina ha scritto i nostri nomi e la data del matrimonio.


CENTROTAVOLACENTROTAVOLA MELOGRANO 

 

 

 

 

 

 

 

 

Finisco di apparecchiare la tavola aggiungendo i bicchieri, le posate e mi occupo del posto a sedere dei miei piccoli ospiti. Carolina adora il colore giallo ed ecco qua il posto per quella che é il frutto di questo amore iniziato 17 anni fa.


POSTO TAVOLA PER BIMBI

Non solo ceramica … il mio Autunno Creativo!

Non solo ceramica … il mio Autunno Creativo!

Billy Graham diceva: “Dio ci ha dato due mani: una per ricevere e l’altra per dare” e questo concetto evidenzia l’importanza e il piacere della condivisione.

Ho sempre amato lavorare a contatto con le persone e il mio art studio a Bellagio mi permette ogni anno di conoscere gente di ogni nazionalità e abbellirne le case attraverso le mie creazioni.

Ma la mia passione per il bello, l’arte e la creatività ha sempre bisogno di ossigeno e nuova linfa, perciò al termine della stagione turistica bellagina 2016, ho deciso di inaugurare un ciclo di corsi d’arte, due giorni alla settimana.

Mi sono così ritrovata nella nuova veste di “insegnante” e ho riscoperto che condividere il proprio sapere con altre persone è fonte di grandi soddisfazioni e che, anche se “non tutte le ciambelle escono col buco” e non siamo tutti dei Raffaello, l’importante è provarci e divertirsi…

gruppo corsi

Lezione dopo lezione, le mie “alunne” hanno imparato la tecnica del Wood Transfer e tra tante risate e qualche pettegolezzo, ognuna ha realizzato una piccola opera, a volte perfetta, a volte imprecisa, ma sempre unica.

Rossella

 

 

BettyA breve inizierò un altro ciclo di corsi, esplorando e mixando nuove tecniche e stili… se vorrete unirvi al nostro gruppo di lavoro, contattatemi… sarà per me un vero piacere.

 

 

 

 

 

 

Il Profumo del Lago di Como

Il Profumo del Lago di ComoMolti dei miei clienti sono turisti, che vogliono acquistare qualcosa che abbia il potere di rievocare le sensazioni positive provate durante la loro vacanza a Bellagio, una volta ritornati a casa. Un quadro, un oggetto in ceramica o una stampa possono diventare ricordi preziosi, che rimandano ai bei momenti passati sul Lago di Como.

Ma a volte un souvenir o una fotografia non bastano. Per questo motivo ho iniziato a pensare a qualcosa che potesse aiutare i turisti a portarsi a casa un pezzo di Bellagio e del nostro Lago. Non solo un bell’oggetto, ma un ricordo indelebile.

Profumo del lagoE’ nato così il Profumo del Lago di Como, un diffusore che riproduce gli aromi che si respirano passeggiando per le vie di Bellagio. Il profumo unisce le fragranze degli agrumi alle note floreali del geranio e delle erbe aromatiche.

Viene accompagnato da un supporto in vetrofusione disegnato da me e realizzato in collaborazione con Givrem. Un oggetto artigianale che diventa un utile e prezioso complemento d’arredo anche una volta che il profumo è terminato.

L’elegante confezione lo rende un regalo perfetto per parenti e amici, e oltre al diffusore e al supporto in vetrofusione contiene i bastoncini in midollino per garantire il rilascio continuo della fragranza.

Il Profumo del Lago di Como si può acquistare nel mio Studio a Bellagio o prenotare via email. Per informazioni e ordini potete contattarmi all’indirizzo sonia@soniaambrosi.com.

Profumo del lago di Como

 

Salita Serbelloni a Bellagio

Salita Serbelloni 1Molti dei miei quadri in ceramica devono affrontare lunghi viaggi per arrivare dai loro proprietari. E’ il caso del quadro di Salita Serbelloni a Bellagio, che ho spedito negli Stati Uniti.

Pacco per gli USA

 

Questo quadro mi è stato commissionato da una coppia americana, che vive in Kansas e riproduce uno degli angoli più famosi e suggestivi di Bellagio.

Il fascino di questa tecnica risiede anche nel fatto che ogni stesura del colore e ogni successiva cottura possono portare a risultati che vengono influenzati dalla temperatura prescelta. E’ quindi molto importante saper dosare sia colori che potenza del forno, per ottenere il risultato desiderato.

Salita Serbelloni 2Salita Serbelloni 3Salita Serbelloni 4

 

 

Una volta che i proprietari hanno ricevuto il quadro mi hanno scritto, come spesso accade, per ringraziarmi. “Dear Sonia, our beautiful painting arrived today. It is beautiful. It’s arrived in fine shape and now we’re looking for a place to hang it. Thank you very much“.

Salita Serbelloni incorniciato

Da Bellagio a Singapore

Molti dei clienti che vengono in visita al mio studio sul Lago di Como provengono da fuori Europa. Alcuni di loro mi richiedono quadri con il panorama di Bellagio, ma vogliono anche colori o lavorazioni particolari. E’ il caso di un cliente di Singapore, che mi ha ordinato un quadro su piastra unica di porcellana e mi ha richiesto di realizzare il disegno in rosso e verde, i suoi colori preferiti.

Quadro Bellagio Rosso

Come di consueto ho realizzato le foto delle diverse fasi della lavorazione e le ho inviate al cliente mano a mano che procedevo con il lavoro, in modo da mostrargli i progressi.

Quadro Bellagio Rosso 1

Quadro Bellagio Rosso 2

Una volta terminato ho inviato la piastra di porcellana incorniciata (le dimensioni totali erano di ben 100x70cm) a Singapore.

Quadro Bellagio Rosso 4

Quadro Bellagio Rosso 5

E’ stato sorprendente, a due anni di distanza dalla realizzazione del quadro, “incontrare” Muljanto su Facebook grazie a un suo post in cui aveva pubblicato proprio tutte le foto della lavorazione dell’opera.

Quadro Bellagio Rosso 6

Panorama di Bellagio

Bellagio e il Lago di Como sono da sempre fonte di ispirazione per i miei lavori. Il panorama di quella che in tutto il mondo è conosciuta come la “Perla del Lario” si presta perfettamente per la realizzazione di quadri di grande effetto.

Una delle opere a cui sono particolarmente affezionata mi è stata commissionata da una coppia australiana in vacanza a Bellagio, che si è innamorata del panorama e ha voluto portarsene a casa un “pezzetto”. Abbiamo concordato insieme di realizzare il quadro su una base di 10 piastrelle in ceramica.

quadro Bellagio 1

Per decidere il soggetto da riprodurre ho mostrato alla coppia le foto che negli anni ho realizzato durante i miei viaggi in traghetto per raggiungere il mio laboratorio a Bellagio. Dal Lago si gode infatti una vista del paese particolarmente suggestiva, che cambia di stagione in stagione. Una volta scelta l’immagine e l’inquadratura migliori, sono partita con la realizzazione del quadro, iniziando a tracciare il disegno. Dopo averlo fatto cuocere sono passata alla stesura del colore.

quadro Bellagio 2

A seguito di una successiva cottura ho arricchito il quadro con dettagli e sfumature e l’ho rimesso in forno.

quadro Bellagio 3

L’ultima fase della lavorazione prevede l’ulteriore arricchimento del disegno con dettagli e sfumature. Le continue cotture e le aggiunte di dettagli servono proprio affinché il disegno guadagni in precisione e i colori risultino più vividi.

quadro Bellagio 4quadro Bellagio 5

Il quadro è stato inviato in Australia non montato, ma con tutte le istruzioni necessaria per montarlo e incorniciarlo. Questo quadro in particolare è stato appeso su un terrazzo, all’esterno dell’abitazione, e grazie alla tecnica con cui è stato realizzato manterrà i colori vividi a lungo anche se posizionato all’aperto.

Una delle soddisfazioni più grandi come artista, a parte il quadro in sé, è ricevere la mail entusiasta dei clienti, che hanno un ricordo della loro vacanza italiana direttamente sul terrazzo di casa.